Venerdì, Novembre 15, 2019
image image image image
TerreToscane 2018 ... e va bene, visto che nessuno pensa a condividere pesieri e emozioni del Terre Toscane, ci penso io (sotto l'albero delle checche). Read the Full Story
Moto&Tenda 2019 ... is coming... Read the Full Story
Matese è domenica 5 Marzo. Un giorno di nuvole basse specialmente sul Matese. Read the Full Story
Chi siamo? Chi siamo? dove andiamo? da dove veniamo? cosa facciamo?...Finito con questi dubbi amletici racconto brevemente la storia della genesi di Tavesuvio. Read the Full Story

Home

28 Aprile 2017

Uscire in gruppo

Stampa Email

frontpage

USCITE DI GRUPPO

Il magico serpentone di moto che si snoda su km di curve con il tramonto in lontananza. Un’ immagine molto romantica, una situazione idilliaca per un motociclista; perché diciamocela tutta, nonostante i motociclisti siano per antonomasia una specie solitaria, chi non ha sognato il “viaggio di gruppo”. Decine, centinaia di moto in giro per il mondo, lo spirito di fratellanza…
Non importa "l'anzianità" motociclistica, che siano anni o mesi, viaggiare in gruppo richiede una disciplina particolare e competenza. Per viaggiare in sicurezza, non importa la distanza che si percorre, il centauro deve abbandonare temporaneamente alcune di quelle libertà personali e assumersi delle responsabilità sia per sé che per il gruppo. Il viaggiare in gruppo è una scelta non si è obbligati e un comportamento al di fuori delle regole è fonte di pericolo per tutti.

Ogni gruppo ha le proprie regole, segnali convenzionali che aiutano a guidare insieme a più moto, ma, come è facilmente intuibile, non si possono raccogliere in un unico documento tutte le circostanze manifestabili in strada. Il nostro è solo un amichevole promemoria. La conoscenza dei termini, delle tecniche di guida in gruppo e dei segnali convenzionali aiuteranno a guidare insieme ad altre moto in assoluta sicurezza. Non pretendiamo di insegnare, il nostro scopo è di far si che le uscite di gruppo siano piacevoli e sicure. Ognuno dovrebbe quindi leggere, comprendere e applicare queste linee guida, usando sempre ragionevolezza e buon senso



ITINERARIO

Per godere al massimo del lavoro svolto dagli organizzatori del giro è bene seguire queste poche indicazioni:
•    Puntualità alla partenza, con il pieno e la moto controllata e a posto.
•    Siete responsabili del vostro abbigliamento e delle necessità vostre e del vostro passeggero.
•    Avere ben chiaro l'itinerario da percorrere, (punti di sosta, rifornimenti e destinazione).
•    Se ci si ferma a fare benzina, fate il rabbocco.
•    Nel'itinerario si fissano sempre dei "puntelli" o punti di ri-aggregazione. In questi punti ci si ferma tutti per ricompattare il gruppo.
•    In partenza o dopo una sosta, Il gruppo si mette in marcia solo quando tutti i motociclisti sono in sella alla propria moto e col motore acceso.  Chi guida la colonna partirà solo dopo essersene accertato.
•    In uscita in gruppo si parte insieme si rientra insieme. Solo dopo esserci accertati che tutti siano presenti siete liberi di andarvene per conto vostro. Se qualcuno intende lasciare il gruppo e procedere per proprio conto deve comunicarlo a chi guida la colonna (testa) e a chi la chiude (scopa).
 
IL GRUPPO
Come detto, guidare in gruppo richiede degli accorgimenti particolari; niente di eclatante e sicuramente cose già conosciute da tutti voi.
•    Guardare nello specchietto, se chi vi segue non è visibile è possibile che ci sia un problema, rallentate ed adeguate il passo, se necessario fermatevi, aspettate un pochino e semmai tornate indietro.
•    Ognuno è responsabile di chi lo segue, non lo si deve mai distanziare troppo anche a costo di sacrificare la propria andatura a favore del più lento. Altresì, se chi vi precede rallenta eccessivamente non avvicinatevi troppo per evitare situazioni di pericolo.
•    Tenete il vostro passo. Il gruppo si adeguerà di buon grado al più lento, non forzate la vostra andatura.
•    La "testa" del gruppo fa da apripista, è colui che conosce l’itinerario, i tempi e le soste. Non lo si sorpassa a meno di essersi messi d'accordo prima. L'apripista non devierà dalla strada concordata in precedenza, in modo da essere sicuro che in caso di problemi il gruppo passerà nel punto in cui si trova.
•    In coda al gruppo ci sarà la "scopa". Sarà sua cura controllare la coda della colonna e assistere chi è rimasto fermo o i ritardatari. Nel caso di gruppi compatti e su strade ad unico senso di marcia, la scopa può fare da "tappo" nei sorpassi.


•    Si mantiene la propria posizione in fila una volta presa, si sorpassa solo se chi vi precede vi fa segnale di passare, o in caso di manovre di assoluta emergenza.
•    "Staffette".  I nominati indosseranno gilet fluorescenti o un altro segno distintivo.  Le staffette controlleranno la colonna ed in prossimità di incroci o deviazioni indicheranno la strada e, in caso di necessità e possibilità, bloccheranno il traffico per permettere il passaggio completo del gruppo.
 
•    Le staffette hanno la precedenza e gli si deve cedere sempre il passo e agevolare il loro rientro in caso di necessità.


•    Il gruppo procede in fila sfalsata, questo permette di avere più visibilità e maggiore spazio di frenata. Consente inoltre a chi vi precede di vedervi nei retrovisori e voi potete fare altrettanto con chi vi segue.
•    Si tiene sempre la distanza di sicurezza dalla moto che vi precede, (minimo 2 secondi, che a 25 km/h corrispondono a 14 metri, a 50 km/h corrispondono a 28 metri, a 80 km/h corrispondono a 44 metri).  Le distanze vanno aumentate in funzione alla velocità ed in presenza di fondo stradale non ideale.


 

IN MARCIA
In marcia il gruppo rispetta sempre queste poche regole:
•    Si rispettano i limiti di velocità e le norme del codice stradale.
•    Ad una svolta, ad un incrocio o ad una deviazione si usano gli indicatori di direzione e ci si accerta sempre che chi ti segue abbia capito dove girare.
•    Sulle strade a due corsie, per eseguire il sorpasso accertarsi che chi vi precede lo abbia ultimato poi uno alla volta si sorpassa. A sorpasso eseguito lasciare abbastanza spazio per permettere a chi segue di operare il proprio sorpasso in tutta sicurezza.
•    In caso di rallentamento, evitate di affiancarvi a chi vi precede ed in ogni caso mai farlo sul lato destro.
•    Al’approcciare un incrocio o semaforo, se è necessario, affiancarsi su due file e riprendere la propria posizione subito dopo essere ripartiti.


 
•    In caso di qualche problema, fermarsi solo in condizioni di sicurezza (area di sosta, parcheggi ecc.) in mancanza di tali situazioni procedere fino ad arrivare in un parcheggio sicuro.

 


PARCHEGGIARE
Parcheggiare in modo ordinato riduce i tempi di uscita dalla strada e dal traffico. Un buon sistema di parcheggio, se c’è sufficiente spazio, è sistemare le moto in retromarcia una di seguito all’altra parallelamente come puoi vedere nell’immagine. Questo metodo è molto veloce perché non serve aspettare, proprio per la continuità d’esecuzione dell’azione di parcheggio. Se sei alla fine di un gruppo consistente e non puoi stare nel traffico bloccandolo, fai un giro attorno all’isolato e ritorna per parcheggiare in tranquillità.
 

Calendario TAVesuvio

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29

Seguici sui social...

Condividi

Seguici

Contatti

TA Vesuvio Inc. - 69 TravRick Estate - Naples - Italy - Privacy - Cookie Policy